Il mio Sessantotto: interviste e testimonianze

Immagine: Il mio Sessantotto: interviste e testimonianze
Descrizione breve: Circa sessanta testi, voci di altrettanti testimoni, che restituiscono il complesso mosaico di azioni, eventi e pensieri che fu il Sessantotto.
Anno: 2021
Numero pagine: 437

Sommario

Giancarlo Salmini, Premessa

Giuseppe Ferrandi, Presentazione

Giancarlo Salmini, Introduzione

INTERVISTE

  • Walter Alotti, La difficile unità sindacale
  • Liliana Armocida, A testa alta per i diritti delle donne
  • Giuliano Bortolamedi, Sommerso dai volantini
  • Egidio Carbonari, Il partigiano di Garniga
  • Roberto Cavallaro, Dopo il ‹Tambosi› aprii gli occhi
  • Magda Delaini, Canzoni socialiste e cariche di polizia
  • Franco Della Rossa, Studente-operaio tra esami e fonderia
  • Giacomo Filippi, Degli studenti mi colpì la freschezza e la fantasia
  • Rolando Filippi, Giovanissimo e subito in campo
  • Enzo Fronti, Tra rumori assordanti e vapori al cianuro
  • Enzo Gardumi, Gli studenti ci diedero la sveglia
  • Renata De Genua, Basta ‹fare la calza›!
  • Franco Ianeselli, Si riaffermò la centralità del lavoro
  • Renzo Job, Dal seminario alla contestazione
  • Sergio Job, Da Marcinkus a via Prati
  • Paolo Lazzaretto, Impressionato dal ‹Controquaresimale› 
  • Luciano Martinello, Promessa da marinaio 
  • Nadia Nicoletti, Che emozione parlare in un’assemblea
  • Mario Pelz, In lotta tra frigo e lavatrici
  • Lorenzo Pomini, Anni ruggenti e crisi globali
  • Claudio Scaffia, Uniti per un mondo diverso
  • Roberto Scoz, Dopo i Dehoniani, il Vietnam
  • Sergio Valer, Fu un importante momento di crescita
  • Claudia Visani, Lotte nella scuola e femminismo
  • Umberto Zeni ‹Jumbo›, Attirato da quei ‹capelloni›

TESTIMONIANZE

  • Tarcisio Andreolli, Una finestra aperta sul Movimento
  • Gaetano Bannò, Io, ‹Questurino› dal volto umano, vi ringrazio
  • Sergio Bernardi, Fu anche cultura e molto altro
  • Federico Biesuz, Movimento e operai, incontro storico
  • Marco Boato, Francesca, il sorriso delle origini
  • Sandro Boato, L’utopia ha i colori dell’arcobaleno
  • Giovanni Bonora, Carne in scatola e manganello
  • Vincenzo Calì, Anni di carta in archivio
  • Vincenzo Calì, Metamorfosi e inciampi
  • Sandro Canestrini, ‹Strategia della tensione› e processi politici
  • Lucia Coppola, Folgorata dal sogno di ‹Checco›
  • Pia Coppola, Una ribelle, tra fumo e parolacce
  • Mario Cossali, Fu una fiammata. Ma incancellabile
  • Vittorio Cristelli, L’aspetto religioso e quello operaio
  • Bruno Dorigatti, Dagli studenti arrivò una scossa
  • Bruno Dorigatti, L’Eurographik divenne il mio ‹Vietnam›
  • Luigi Faggiani ‹Gigi›, Galeotte le note di De Andrè
  • Elio Fox, Quel giorno vidi Trento cambiare
  • Aldo Giongo, Quella sala piena di studenti
  • Giorgio Grigolli, Uno sguardo del tutto particolare
  • don Giuseppe Grosselli, Un prete in fabbrica
  • Antonio Marchi, Un ideale per vivere e sognare
  • Michele Nardelli, Era un vento che soffiava forte
  • Paolo Padova, Con il cuore, tra fango e macerie
  • Enrico Paissan, I tanti mal di pancia del Partito comunista
  • Gianni Palma, Insieme per una società più giusta
  • Gianni Poiaunich, Incredibili quegli anni
  • Sandro Rampa, La lotta nelle cave di porfido
  • Beppe Raspadori, Così svanì quel senso di oppressione
  • Graziano Riccadonna, Intensi quegli anni alla ‹Cattolica›
  • Giancarlo Salmini, Le radici di una scelta di campo
  • Franco Sandri, Con rabbia e disincanto
  • Loris Taufer, Fu un ‹impazzimento generale›
  • Paolo Tonelli, Il sindacalista, un prete senza tonaca

Marco Boato, Postfazione

Riferimenti bibliografici

Elenco acronimi 

Note

VOLUME ESAURITO