Attività di ricerca

Le iniziative promosse dalla Fondazione attingono alimento dai numerosi progetti pluriennali di volta in volta attivati in base a precisi percorsi di indagine interni all'istituto e alle sollecitazioni espresse dal territorio. Molti dei singoli temi affrontati per la realizzazione di specifici eventi si riconducono a loro volta a macro aree che articolano la struttura di ricerca scientifica della Fondazione stessa.

La Fondazione, col proprio partenariato, sostiene inoltre attività di ricerca di soggetti terzi.

I singoli progetti di ricerca, attivi o conclusi, possono essere visualizzati attraverso una ricerca per tema o per parola chiave (funzione in corso di attivazione)


Archivio della scrittura popolare (ASP)

Logo dell

Questo ambito di ricerca si occupa di rendere visibile e affermare l’esistenza di una pratica autobiografica popolare autonoma, a partire dalla raccolta, descrizione e conservazione di testi di origine cosiddetta popolare, ossia riconducibili alla mano di soggetti appartenenti ad una classe sociale medio-bassa e che condividono una medesima esperienza scolastica. Un vasto universo di scritture, di generi narrativi e documentari: diari, memorie autobiografiche, libri di famiglia, libri dei conti, canzonieri (di caserma, di guerra, devozionali), raccolte di poesie e di preghiere, ricettari di cucina che, tutti insieme, compongono una sorta di “Novecento autobiografico”.

Storia della città di Trento

Torre Verde a Trento

Il legame del Museo con la città di Trento ha trovato espressione diretta in una linea di interventi concretizzatasi in iniziative di raccolta di materiale documentario, in progetti espositivi finalizzati ad illustrare i cambiamenti urbanistici della città nei secoli XVIII-XX, nonché in progetti di ricerca finalizzati a ricostruire il suo tessuto sociale e culturale.

Centro sulla storia dell'economia cooperativa (CeSC)

Cooperare per competere

Il Centro sulla Storia dell’economia cooperativa (CeSC) si propone come luogo di confronto e riflessione, su base scientifica, delle tematiche riguardanti la storia economica e sociale, in particolare cooperativa. L’obiettivo è di ricercare chiavi interpretative capaci di dare ragione del modo in cui le cooperative si sono attivate nel tessuto connettivo e sociale locale, studiando le difficoltà che hanno incontrato nel loro trascorso storico e gli sviluppi che hanno assunto in tempi più recenti. Allo scopo il Centro sostiene attività di studio e di ricerca, promuove prodotti editoriali, organizza eventi culturali, manifestazioni, seminari di studio e convegni, allestisce mostre temporanee o permanenti, raccoglie e conserva varie fonti documentarie.

Centro di documentazione sulla storia dell'emigrazione trentina

Emigranti

Il Centro promuove interventi di studio e ricerca, organizza eventi culturali tesi a valorizzare il patrimonio documentario relativo all’emigrazione, raccoglie e conserva fonti per la storia dell’emigrazione con particolare riguardo alle fonti orali e ai materiali relativi alle biografie e alle storie di vita.

Storia regionale / Regionalgeschichte

Copertina della Domenica del Corriere del 7 agosto 1966

Accogliendo un concetto di storia regionale fluido, che spazia dalla categoria di regione quale unità gepolitica omogenea a quella più morbida di regione quale contesto economico-sociale e culturale, la Fondazione promuove iniziative editoriali, di ricerca e di divulgazione che interessano la "regione" del Trentino e del Tirolo nel quadro della "regione" alpina.

________

Ausgehend von einem fließenden Begriff der Regionalgeschichte, der sich von der Kategorie einer Region als homogene geopolitische Einheit bis zu jener elastischeren einer Region als wirtschaftlicher, sozialer und kultureller Kontext spannt, fördert die Stiftung Fondazione Museo storico del Trentino Initiativen auf dem Gebiet des Verlagswesens, der Forschung und Verbreitung, die mit der „Region“ Trentino und Tirol im Rahmen der „Alpenregion“ zu tun haben.

Arsenale salute: per una storia della sanità nell’arco alpino: il caso trentino

Con il progetto «Alla ricerca delle menti perdute: storia delle scienze e dell'assistenza psichiatrica in area tirolese: secoli XVIII-XX» il Museo ha inaugurato a partire dal 1999 un filone di ricerca legato nel dettaglio alla storia sociale della psichiatria, ma più estesamente alla storia dell'organizzazione e dell'assistenza sanitaria. In questo percorso convergono tematiche diverse: lo sviluppo e le trasformazioni delle istituzioni di ricovero e cura, le politiche socio-sanitarie, ma anche lo sviluppo e l'affermazione delle diverse professioni mediche, dalla loro formazione e alla loro diffusione sul territorio.