Farmacopee e codici farmaceutici (secoli XV-XXI)

Brentonico, Palazzo Eccheli-Baisi

Dal: 07 Giugno 2013

Al: 29 Settembre 2013

ll termine farmacopea indica un codice nel quale sono elencati e definiti i prodotti medicinali. In particolare illustra i metodi di preparazione, di identificazione e di verifica della loro composizione. Tale strumento si è affinato nei secoli grazie all’evolversi della conoscenza farmaceutica, ma anche al consolidarsi dell’azione statale nell’ambito del controllo sulla sanità pubblica. Gli autori di riferimento per la preparazione dei farmaci furono fino alla soglia dell’età moderna i grandi classici, fra i quali Ippocrate (460-377 a.C.), Galeno (129-216), Mesue (777-857), Avicenna (980-1037) e così via. Qualcosa, tuttavia, iniziò a cambiare dal 1498, anno di edizione del Ricettario fiorentino, considerato il prototipo di tutte le farmacopee successive. Da questo momento, infatti, fu un continuo proliferare di ricettari e formulari, che segnarono un progressivo allontanamento dalla tradizione del passato. Non tutti, però, ebbero identica fortuna: alcuni, pur fregiandosi di una titolarità istituzionale, vennero scarsamente considerati e utilizzati; altri, invece, conobbero un’ampia diffusione potendo beneficiare del prestigio riconosciuto ai loro autori.
Il percorso espositivo si sviluppa su due livelli: nella parte testuale e iconografica si dà conto delle farmacopee più importanti nella storia della farmacia in territorio italiano. Nella parte delle vetrine si documenta invece la stessa storia così come testimoniata dai volumi custoditi dalla famiglia Boni di Tione. Si evidenziano così gli strumenti di lavoro dei quali si avvalse una famiglia di antica tradizione farmaceutica attiva in Trentino dalla seconda metà del Settecento.

A cura di
Rodolfo Taiani e Francesco Micheletti

Coordinamento organizzativo
Rodolfo Taiani

Progetto di allestimento
Claudio Battisti - Studio BBS, Trento

Progetto grafico
Sonia Lunardelli - Mugrafik, Trento

Realizzazioni video
Micol Cossali

Allestimento
Massimo Nicolussi e Alessandro Pedrotti - Squadra logistica e allestimenti della Fondazione Museo storico del Trentino

Hanno collaborato
Comune di Brentonico
Ordine dei farmacisti della provincia di Trento
Provincia autonoma di Trento

Hanno aderito
Agifar Trentino-Alto Adige/Südtirol
Azienda di promozione turistica Rovereto e Vallagarina
Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Trento
Unifarm

Si ringraziano
Bruno Bizzaro, Romano Cainelli, Sergio Cattani, Daniela De Bortoli, Dante Dossi, Giorgio Dossi, Giuseppe Ferrandi, Patrizia Marchesoni, Claudio Marconi, Annamaria Maturi, Giovanna Maturi, Maria Antonietta Mazza, Veronica Nicolini, Federica Passerini, Bruno Raab, Emanuela Renzetti, Francesca Rocchetti, Ivana Sgura, Laura Spazian, Caterina Tomasi, Enrica Volpi, Giuseppe Zumiani.

ORARI
Da lunedì a domenica, ore 10.00-12.00/16.00-18.00

Informazioni

Palazzo Eccheli-Baisi

via Mantova 4 - 38060 Brentonico TN

Orario

Periodo estivo: ore 10.00-13.00 e 14.00-18.00
Altri periodi: visitabile su prenotazione (Biblioteca comunale di Brentonico: tel. 0464 395059 - brentonico@biblio.infotn.it)