Sei qui: > Home > Il Museo > Portali della storia e della memoria > Parco della Memoria

Parco della Memoria

Date: 30/09/2010

Iniziativa che mette in rete un vasto territorio, comprendente le provincie di Trento e di Vicenza, ricco di storia e di testimonianze del passato.  

Dalle Piccole Dolomiti, rappresentate dal Monte Zugna, ai Grandi Altipiani, identificati dalla Valsugana. Un territorio molto ampio ed eterogeneo, in altre parole la cornice che racchiude il Parco della Memoria. Si tratta di un progetto, fortemente voluto dal Trentino (in particolare dal Comune di Folgaria) e prontamente condiviso dal Veneto, al quale hanno aderito oltre trenta enti ed istituzioni trentine e venete con l'obiettivo di valorizzare i patrimoni e le risorse storico-culturali presenti in questi due territori. La filosofia di fondo è quella di mettere in rete siti come Malga Zonta, i due Denti austriaco e italiano del Pasubio e la cima dell'Ortigara, solo per fare qualche esempio, nonché di creare dei percorsi tematici.

Numerosi altri sono i motivi di interesse: dalle testimonianze archeologiche alla presenza di minoranze linguistiche, passando per i protagonisti della cultura a livello internazionale quali il padre della psicanalisi Sigmund Freud per passare a scrittori come Emilio Lussu, Luigi Meneghello e Mario Rigoni Stern.

Un progetto ambizioso, che annovera fra i suoi sostenitori addirittura il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che, in occasione della manifestazione di commemorazione del 66° anniversario di Malga Zonta, caldeggiò la costituzione del Parco della Memoria. 

Una delle prime iniziative proposte nell'ambito del Parco della Memoria è quella relativa al recupero storico-didattico di “Base Tuono”, situata a Passo Coe, quota 1600 metri, sull'Altopiano di Folgaria, che si propone di raccontare uno spaccato di storia per sottolineare i valori della pace e della convivenza fra i popoli.
La base missilistica di Passo Coe, attivata nel 1966 nel periodo di massima tensione fra Usa e Urss, aveva scopi di difesa aerea ed era armata con oltre due dozzine di Nike-Hercules. Gli accordi per il disarmo hanno portato al progressivo abbandono di questo sistema difensivo e nell’agosto del 1977 militari e missili lasciarono Passo Coe. 

Comitato promotore
Nel corso di un incontro tenutosi a Folgaria il 25 giugno 2010, i soggetti interessati al progetto Parco della Memoria hanno costituito  un comitato promotore con il compito di individuare le prime azioni finalizzate alla presentazione pubblica dell'iniziativa e alla definizione dei suoi contenuti culturali.
Sede legale:
Fondazione Museo storico del Trentino
via Torre d'Augusto, 35/41 - 38122 Trento
tel. +39 0461 1747000
fax +39 0461 1860127
web: www.museostorico.it

Comuni aderenti al Comitato promotore
Provincia di Vicenza
Asiago, Cogollo del Cengio, Conco, Enego, Gallio, Laghi, Lastebasse, Lusiana, Pedemonte, Posina, Recoaro Terme, Roana, Rotzo, Santorso, Schio, Tonezza del Cimone, Torrebelvicino, Valdastico, Valdastico, Valli del Pasubio, Velo d'Astico, Comunità montana Alto Astico e Posina, Spettabile Reggenza dei sette Comuni
Provincia di Trento
Ala, Borgo Valsugana, Castelnuovo, Folgaria, Grigno, Lavarone, Levico Terme, Luserna, Rovereto, Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri

Presidente del Comitato promotore
Roberto Carotta, Sindaco di Pedemonte (VI)
Sede comunale: via Longhi, 1 - 36040 Pedemonte (VI)
Tel. 0445-747017, fax 0445-747188
E-mail: info@comune.pedemonte.vi.it, vi@cert.ip-veneto.ne

Vicepresidente del Comitato promotore
Maurizio Struffi, Vicesindaco di Folgaria (TN)
Sede comunale: via Roma, 60 - 38064 Folgaria (TN)
Tel. 0464-729333 / 729350
E-mail: info@comune.folgaria.tn.it

Coordinamento scientifico
Fondazione Museo storico del Trentino
Direttore prof. Giuseppe Ferrandi
via Tommaso Gar, 29 - 38122 Trento
tel. +39 0461 1747000
fax +39 0461 1860127
E-mail: info@museostorico.it

Segreteria organizzativa e coordinamento
Valeria Balassone
Fondazione Museo storico del Trentino
Via Tommaso Gar, 29 - 38122 Trento
Cell. 366-3492759
E-mail: vbalassone@museostorico.it

torna a inizio pagina Aggiornato il: 20/08/2012 11:42