Sei qui: > Home > Il Museo > Mostre temporanee > La Grande Guerra sul grande schermo

La Grande Guerra sul grande schermo

28/07/2014 - 14/06/2015

Luogo: Trento - Le Gallerie

Piedicastello (TN)

Orario: Da martedì a domenica ore 9.00-18.00. Lunedì chiuso. Ingresso libero.

Il bianco e il nero è la dicotomia che ha caratterizzato lo spazio delle Gallerie fin dalla loro apertura, avvenuta nell’agosto del 2008 con l’esposizione dedicata al “Popolo scomparso”, al Trentino e ai trentini durante la Prima guerra mondiale. Sei anni dopo, la Grande Guerra torna a “Le Gallerie” in occasione del Centenario.
Il bianco e nero ha caratterizzato anche i primi barlumi del cinema documentario sulla Grande Guerra e successivamente, per anni, ha dominato il racconto del conflitto attraverso le immagini in movimento. Proprio il cinema, quale chiave interpretativa della prima guerra mondiale, è al centro di questo percorso espositivo cronologico che intreccia il cambiamento cinematografico con quello storico.

Il percorso

Nella galleria nera, lunga 300 metri, si snoda il percorso cronologico 1914 – 2014, fatto di oltre 60 film, 46 grandi schermi e 16 monitor, più di 450 metri quadrati di proiezioni, circa 12 ore di visione.

Un itinerario alla scoperta di come il cinema raccontò la Grande Guerra che sconvolse l’Europa e il mondo, di come quel conflitto venne descritto in pellicole girate prima, durante e dopo i combattimenti.

Molte le immagini inedite, provenienti da archivi internazionali; altre tratte dai film più significativi della storia del cinema, che hanno contribuito alla costruzione e alla trasformazione dell’immagine della Grande Guerra fino ai nostri giorni.

Grandi schermi accostano sequenze che mettono in luce dualismi e ambiguità della modernità: propaganda e informazione, individuo e massa, diserzione e disubbidienza.

Tra le immagini emblematiche, l’arrivo a Trieste della salma dell’arciduca Francesco Ferdinando, quelle della battaglia della Somme, le sfilate delle truppe, la vita in trincea, la guerra bianca sulle vette alpine. Tra gli inediti, i girati americani che documentano la presenza dei soldati Usa nel nord Italia a partire dalla fine del 1917.

Accanto all’elogio futurista della tecnologia e alle prime riprese aeree, l’alienazione dell’esperienza al fronte, il difficile rapporto fra soldati in prima linea e le loro famiglie.

Le installazioni

Il mestiere del cinema
Scenografia: Tonino Zera, Costruttore: Tiziano Tardoni, Light designer: Mariano De Tassis, Assistente scenografo: Luca Tombolato, Pittore di scena: Marco Adami, Sistema tecnologico integrato: Jonny Pellegrini, Sound designer: Carlo Missidenti, Producer: Tania Melchiori, Ideazione e realizzazione: FilmWork srl – Trento

"Il mestiere del Cinema" fa vivere ai visitatori l'esperienza di un set cinematografico. Viene proposta la ricostruzione scenografica di una chiesa di un paese del Trentino durante la Grande Guerra, dove si svolge la scena di un ipotetico film intitolato "Un angelo nell'inferno". Una giovane mamma ha perso la sua bambina e, disperata, la cerca tra le macerie, sotto un bombardamento. Il visitatore vive la scenografia attraverso delle radio cuffie che riportano tutto ciò che succede sul set: le prove luci e degli attori, le indicazioni del regista, il ciak e la scena. Tutto è "vero" sul set, l'unica assenza sono attori e delle maestranze, lasciati, da un punto di vista visivo, all'immaginazione dei visitatori. Il set vive grazie ad un sistema tecnologico integrato che governa le luci, gli effetti, l'audio delle radio cuffie e due telecamere distribuite sul set e collegate ad due monitor di controllo (la postazione del regista) attraverso i quali i visitatori avranno la possibilità di immedesimarsi ancora di più.

Sala di comando
a cura di Micol Cossali e Valentina Miorandi (CAMstudio)
ideazione percorso narrativo e installazioni multimediali

Il Collettivo Azioni Multimediali partecipa alla mostra "La grande guerra sul grande schermo" con il progetto "Sala di comando", un approfondimento sul tema del rapporto tra la guerra e la sua raffigurazione dal punto di vista del cinema.
Micol Cossali e Valentina Miorandi hanno ideato una piattaforma multimediale e interattiva che accompagna i visitatori in un viaggio di scoperta del dispositivo cinema, dei suoi strumenti di rappresentazione della realtà e dell'inquietante prossimità tra filmare e sparare.
Le installazioni interattive Punti di vista, I colori del bianco e nero, Caleidoscopio, fanno sperimentare alcune delle fasi di realizzazione di un film mettendo in evidenza le possibilità di scelta e di decisione che sono messe in gioco nella costruzione di ogni discorso cinematografico.

***

Una produzione dellla
Fondazione Museo storico del Trentino

Partner
La Cineteca del Friuli, Gemona
Museo Nazionale del Cinema - Fondazione Maria Adriana Prolo, Torino
Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia  - Cineteca Nazionale, Roma
Istituto Luce – Cinecittà, Roma
Rai Storia

Curatori
Luca Giuliani
Luca Caracristi
Patrizia Marchesoni
Roberta Tait 

Coordinamento scientifico e testi
Luca Giuliani

Musiche originali
Neil Brand, London

Hanno prestato i film e i materiali della mostra

archivi:

Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea
Cinematheque de Toulouse, Toulouse
Cineteca di Bologna, Bologna
Collezione Lucio Fabi, Savogna D'Isonzo (TS)
Établissement de Communication et de Production Audiovisuelle de la Défense (ECPAD), Paris
Film Archiv Austria, Wien
Fondazione Centro Sperimentale Cinematografico - Cineteca Nazionale, Roma
Imperial War Museum, London
Istituto Luce Cinecittà - Archivio Storico, Roma
La Cineteca del Friuli, Gemona
Museo Nazionale del Cinema - Fondazione Maria Adriana Prolo, Torino
Museo Storico Italiano della Guerra, Rovereto
Österreichisches Filmmuseum, Wien
Rai Radio Televisione Italiana, Roma
The Library of Congress, Washington
The U.S. National Archives and Records Administration (NARA), Washington
Yugoslovenska Kinoteka, Beograd 

produttori e distributori:
De Laurentiis Entertainment Group, Roma
Intertainment One, Montreal
Ermitage, Paris
Metro Goldwin Mayer -MGM, Los Angeles
MK2, Paris
NBC Universal, Los Angeles
Photoplay, London
StudioCanal, Paris
Surf Film, Roma
Warner Brothers Entertainment, Los Angeles

Ricerche e consulenze
Paolo Caneppele
Eugenio De Bernardis
Giovanni Lasi 

Progetto grafico e di allestimento
XYCOMM, Milano
Daniele Ledda
Edda Bracchi
Stefano Cremisini
Barbara Frappi 

Traduzioni
Vivienne Frankell
Dieter Hartmann
Wolfgang Lechner
Claudia Marsilli

Ufficio stampa
Elisa Dossi
Francesca Rocchetti 

Ricerca film e diritti:
Elena Beltrami, La Cineteca del Friuli
Daniela Cecchin 

Laboratori film in pellicola e digitale
La Cineteca del Friuli
Fondazione CSC  - Cineteca Nazionale, Roma
Andec filmtechnik, Berlin
NovaRol Film, Torino 

Montaggio ed edizione sequenze
Andrea Tessitore, La Cineteca del Friuli
Lorenzo Pevarello 

Segreteria
Veronica Nicolini 

Progettazione attività didattiche
Laboratorio di formazione storica della Fondazione Museo storico del Trentino 

Audioguide
progettazione: Matteo Conci
letture: Luca Cattani, Christina Craver, Elisa Dossi, Francesca Rocchetti 

Realizzazione allestimenti
Provincia autonoma di Trento tramite Servizio conservazione della natura e valorizzazione ambientale
Clio Servizi per la cultura e per il territorio
Squadra allestimenti della Fondazione Museo storico del Trentino 

Coordinamento tecnico
Claudio Marconi 

in collaborazione con
Cooperativa sociale Il Gabbiano
Eurosunservice
Gea Trentina Servizi
G.T.E. Elettrica di Pedrolli Tiziano
Nerobutto Tiziano e Francesco
Videoerre di Rizzato Roberto

Si ringraziano
le strutture della Provincia autonoma di Trento:
Dipartimento Cultura, Turismo, Promozione e Sport
Dipartimento Protezione civile
Servizio Attività culturali
Servizio Conservazione della natura e valorizzazione ambientale
Trentino Film Commission
Ufficio Stampa 

Trentino Marketing
Apt Trento, Bondone e Valle dei Laghi
Christine Roilo (Archivio provinciale di Bolzano)
Francesca Logrippo, Giuseppe Paterno' (Art Ottica, Milano)
Chiara Bertola (Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, Torino)
Andrea Meneghelli (Cineteca di Bologna)
Sylvain Baines, Alexandra Berdeaux, Olivier Racine, Elise Tokuoka (ECPAD, Paris)
Maria Gabriella Macchiarulo (Fondazione Istituto Luce Cinecittà, Roma)
Laura Argento, Annamaria Licciardello (Fondazione Cineteca Nazionale, Roma)
Corinna Reicher, David Walsh (Imperial War Museum, London)
Roberta Basano, Claudia Gianetto, Andreina Sarale (Museo Nazionale del Cinema, Torino)
Hans-Jürgen Panitz  (Movieman Productions)
Tiziano Bertè (Museo Storico Italiano della Guerra, Rovereto)
Daniel Rooney, Carol Swain ( National Archives and Records Administration - NARA, Washington)
Roni Lubliner (NBC Universal (Los Angeles)
Oliver Hanley, Andrea Glawogger (Österreichisches Filmmuseum, Wien )
Dubravko Badalic, Aleksandar Erdeljanovic (Yugoslovenska Kinoteka, Beograd)
Monica Bartoli, Alberto Brodesco,Gabriele D'Autilia, Alberto Del Fabro, Alessandro Faccioli, Manuel Ferrari, Nunez Gomez, Christian Marchi, Michel Pedri, Mario Pedrotti, Giampaolo Penco, Giuliana Puppin, Giancarlo Sciascia, Sandro Volpi. 

Staff della Fondazione Museo storico del Trentino
Custodi Le Gallerie

 

Immagini

Informazioni

Fondazione Museo storico del Trentino
tel. +39 0461 230482
fax +39 0461 1860127
info@museostorico.it
Posta PEC: info@pec.museostorico.it

Appuntamenti correlati

torna a inizio pagina Aggiornato il: 24/11/2014 11:48