"Nel cuore nessuna croce manca": il ricordo dei caduti trentini nella Grande Guerra: 14-17 ottobre

14/10/2021 ore 10:30

Trento, Rovereto - vari luoghi

NEL CUORE NESSUNA CROCE MANCA

Iniziano giovedì 14 ottobre e terminano domenica 17 ottobre le iniziative in occasione della Giornata per ricordare le vittime e i caduti trentini della Grande Guerra istituita con legge provinciale del 2017 e promosse dalla Provincia autonoma di Trento, il Museo Storico Italiano della Guerra e la Fondazione Museo storico del Trentino. Le quattro giornate sono dedicate alla memoria delle vittime trentine, militari ma anche civili, che hanno costellato il primo confitto mondiale.
La commemorazione prende avvio tutti gli anni il 14 ottobre, in coincidenza della grande offensiva austroungarica in Galizia nel 1915 che tante vite costò ai soldati trentini.

Programma:

Giovedì 14 ottobre

ore 10.30 
Trento, Cimitero monumentale di Trento

DEPOSIZIONE CORONA AL SACRARIO MILITARE AUSTRO-UNGARICO
a cura della Federazione degli Schützen del Welschtirol

Ore 14.30 e ore 16.00
Rovereto, Museo Storico Italiano della Guerra

VISITA GUIDATA GRATUITA AL MEMORIALE DEI CADUTI TRENTINI DELLA GRANDE GUERRA
Percorso dedicato al tema della commemorazione dei caduti tra Ottocento e primo dopoguerra, alle forme del ricordo e alla realizzazione di cimiteri, monumenti e sacrari. Un’attenzione particolare verrà riservata alla memoria dei soldati trentini caduti su diversi fronti nel corso della Prima guerra mondiale.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria (didattica@museodellaguerra.it, 0464 488041)

Ore 15.00
Trento, Forte di Cadine

PER RICORDARE LA GRANDE GUERRA | visita guidata gratuita

Una visita guidata al Forte di Cadine, uno dei primi forti austro-ungarici costruiti sul nostro territorio, e una della prime fortificazioni della Festung Trient, la Fortezza di Trento.
Ai partecipanti verrà lasciata una copia del giornale illustrato "Per ricordare la Grande Guerra" realizzata dal Museo che, attraverso una graphic novel e il punto di vista di Selma e Guerrino Botteri, ci racconta la guerra di militari e civili.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria (edu@museostorico.it, 0461 230482)

**

Venerdì 15 ottobre

ore 10.00 
Trento, Regione autonoma Trentino Alto Adige/Sudtirol, Sala Giunta

CERIMONIA DI DONAZIONE DELLA COLLEZIONE “INCONTRI ITALO-AUSTRIACI DELLA PACE A RICORDO DEI CADUTI E DELLE VITTIME CIVILI DELLA GRANDE GUERRA” DA PARTE DEL PROMOTORE COMM. MARIO EICHTA ALLA FONDAZIONE MUSEO STORICO DEL TRENTINO

Ore 14.00 e 16.00
Rovereto, Museo Storico Italiano della Guerra

VOCI DAL PASSATO | Visita teatralizzata

Nel 1921 Rovereto è una città che cerca di ritornare alla normalità dopo i difficili anni della Prima guerra mondiale. La memoria del conflitto, grazie ad un gruppo di cittadini roveretani, trova spazio nel Castello dove in quell’anno viene inaugurato il Museo della Guerra. 
A raccontare la nascita del museo, saranno le voci dei suoi fondatori, interpretati dagli attori del Teatro delle Quisquilie di Trento. A parlare sarà anche chi decise, nei primi anni di vita del museo, di donare i propri oggetti perché venissero conservati ed esposti, ex combattenti ma anche famigliari di chi dalla guerra non tornò.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria (didattica@museodellaguerra.it, 0464 488041)

ore 16.00
Rovereto, Campana dei caduti

COMMEMORAZIONE UFFICIALE DELLE VITTIME E DEI CADUTI TRENTINI DEL PRIMO CONFLITTO MONDIALE

Interventi:

Marco Marsilli, reggente della Campana dei caduti
Walter Murauer, vice presidente nazionale della Croce nera austriaca
Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento

ore 17.00
Rovereto, Museo Storico Italiano della Guerra

VISITA GUIDATA AL MEMORIALE DEI CADUTI TRENTINI DELLA GRANDE GUERRA

Alla presenza di

Alberto Miorandi, presidente del Museo Storico Italiano della Guerra
Walter Marauer, vice Presidente nazionale della Croce nera austriaca
Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento

ore 18.00

Rovereto, Museo Storico Italiano della Guerra

UN SECOLO DI STORIA. CENT'ANNI DI STORIE | Presentazione mostra e catalogo

In occasione del suo centenario, il Museo propone una mostra fotografica che ripercorre le tappe che portarono alla nascita dell’istituzione museale e alla costruzione di una memoria collettiva della Prima guerra mondiale nella città di Rovereto. I contenuti della mostra che comprendono immagini d’archivio, reperti e testimonianze, sono raccolti e ampliati nel catalogo “Un secolo di storia. Cent’anni di storie. Museo Storico Italiano della Guerra 1921-2021” che sarà presentato nel corso dell’inaugurazione.

Prenotazione obbligatoria (didattica@museodellaguerra.it, 0464 488041). L’evento sarà trasmesso online in diretta sul canale YouTube del Museo.

***

Sabato 16 ottobre

ore 10.30, 14.00 e 16.00
Rovereto, Museo Storico Italiano della Guerra

VOCI DAL PASSATO | Visita teatralizzata

Nel 1921 Rovereto è una città che cerca di ritornare alla normalità dopo i difficili anni della Prima guerra mondiale. La memoria del conflitto, grazie ad un gruppo di cittadini roveretani, trova spazio nel Castello dove in quell’anno viene inaugurato il Museo della Guerra. 
A raccontare la nascita del museo, saranno le voci dei suoi fondatori, interpretati dagli attori del Teatro delle Quisquilie di Trento. A parlare sarà anche chi decise, nei primi anni di vita del museo, di donare i propri oggetti perché venissero conservati ed esposti, ex combattenti ma anche famigliari di chi dalla guerra non tornò.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria (didattica@museodellaguerra.it, 0464 488041)

***

Domenica 17 ottobre

ore 10.30, 14.00 e 16.00
Rovereto, Museo della Guerra

VOCI DAL PASSATO | Visita teatralizzata

Nel 1921 Rovereto è una città che cerca di ritornare alla normalità dopo i difficili anni della Prima guerra mondiale. La memoria del conflitto, grazie ad un gruppo di cittadini roveretani, trova spazio nel Castello dove in quell’anno viene inaugurato il Museo della Guerra. A raccontare la nascita del museo, saranno le voci dei suoi fondatori, interpretati dagli attori del Teatro delle Quisquilie di Trento. A parlare sarà anche chi decise, nei primi anni di vita del museo, di donare i propri oggetti perché venissero conservati ed esposti, ex combattenti ma anche famigliari di chi dalla guerra non tornò.

 Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria (didattica@museodellaguerra.it, 0464 488041) 

 Ore 15.00
 Trento, Forte di Cadine

 PER RICORDARE LA GRANDE GUERRA | visita guidata gratuita
 
Una visita guidata al Forte di Cadine, uno dei primi forti austro-ungarici costruiti sul nostro territorio, e una della prime fortificazioni della Festung Trient, la Fortezza di Trento. Ai partecipanti verrà lasciata una copia del giornale illustrato "Per ricordare la Grande Guerra" realizzata dal Museo che, attraverso una graphic novel e il punto di vista di Selma e Guerrino Botteri, ci racconta la guerra di militari e civili.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria (edu@museostorico.it, 0461 230482)

Informazioni

Luogo

Trento, Rovereto - vari luoghi

Per informazioni:

Trento, Rovereto - vari luoghi