Sei qui: > Home > Il Museo > Appuntamenti > 2017 > History Lab: dal 20 novembre la nuova programmazione

History Lab: dal 20 novembre la nuova programmazione

20/11/2017 ore 20:30

Luogo: History Lab

Una nuova programmazione con molte novità va in onda sul 602 del digitale terrestre e su hl.museostorico.it, a partire da lunedì 20 novembre 2017.
 

Lunedì ore 20.30 e 22 (in replica martedì, ore 7 e ore 15)
I NUOVI DOCUMENTARI
Fin dall'inizio delle trasmissioni di History Lab nel 2011, il lunedì sera è stato dedicato ai documentari. L'appuntamento non cambia: nuovi sguardi di registi trentini e non, raccontano questo territorio, la sua storia e le persone che lo abitano.

Martedì ore 20.30 e 22 (in replica mercoledì ore 7 e ore 15)
TURISTI KM 0
“Non so se sia così anche per voi, ma nonostante abiti a Trento da quando sono nato non conosco bene la mia città. Si, insomma, conosco le vie e i luoghi, ma non l’ho mai visitata veramente. Così, un po’ per curiosità, ho deciso di fare una piccola indagine chiedendo ad amici e conoscenti se fossero mai stati a visitare i vari monumenti, chiese ed edifici storici dei loro comuni. La risposta è stata: NO.” Il programma racconta edifici, luoghi e monumenti che hanno fatto la storia del Trentino, con l'obbiettivo di invogliare lo spettatore a scoprire il proprio territorio diventando un “turista a Km 0”. 
Un programma di Stefano Andreatta, Diana Biron, Mishel Plaku e Linda Tasin (5K Videoproduction).

a seguire
BONDONE. DALLA FUNIVIA A CHARLY GAUL
Dieci salite e relative discese in funivia. Durante il percorso vengono intervistati personaggi che hanno studiato il monte Bondone o che l’hanno vissuto nei suoi aspetti più curiosi.
Una serie a cura di Alessandro de Bertolini e Luca Caracristi. diretta da Anna Bressanini e Martin Alan Tranquillini (Will o Wisp).

Mercoledì ore 20.30 e 22 (in replica giovedì ore 7 e ore 15)
ABC STORIA
Torna, con nuove puntate, il dizionario di History Lab. Pagine di storia e biografie di personaggi noti e meno noti vengono raccontate attraverso video, immagini e documenti. In ogni puntata Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo storico del Trentino, intervista un ospite esperto sul tema. 
Un programma a cura di Giuseppe Ferrandi, Alice Manfredi e Francesca Rocchetti. Regia e montaggio di Marco Benvenuti.

a seguire
QUASI MAESTRI
Il programma racconta le vite di giovani lavoratori che hanno deciso di portare avanti antichi mestieri, arricchendoli di alcune novità tipiche del nostro tempo. “Quasi maestri” restituisce uno sguardo fresco sul mondo dell’artigianato. 
Una serie diretta da Anna Bressanini e Martin Alan Tranquillini (Will o Wisp).

Giovedì ore 20.30 e 22 (in replica venerdì ore 7 e ore 15)
ALBUM DI COMUNITÀ. I NOSTRI ANNI, POMAROLO
L'infanzia e la gioventù tra i lavori in campagna e le bestie, l'esperienza della guerra, poi l'emigrazione e il lavoro. Tredici persone anziane del paese raccontano la loro vita e i loro ricordi, le ultime testimonianze di un tempo che non c'è più.
A cura di Micol Cossali, in collaborazione con Associazione Castel Barco, Movimento Anziani e Pensionati Pomarolo. Con il finanziamento della Fondazione Caritro e del Comune di Pomarolo.

Venerdì ore 20.30 e 22 (in replica sabato ore 7 e ore 15)
LEZIONI DI STORIA. GUARDANDO AD ORIENTE
Tornano su History Lab le “Lezioni di storia” che questa volta guardano ad Oriente. Le Lezioni sono promosse dalla Provincia autonoma di Trento, dalla Regione autonoma Trentino-Alto Adige/Südtirol, dal Comune di Trento e dal Comune di Rovereto, ideate dagli Editori Laterza.

Sabato ore 20.30 e 22 (in replica lunedì ore 7 e ore 15)
INQUIETUDINI DEL '500. LA FIGURA DI JACOPO ACONCIO
La serie intende raccontare la vita e le opere del filosofo Jacopo Aconcio, nato ad Ossana nel 1492 e testimone del Concilio di Trento. Partendo dall’opera “Gli stratagemmi di Satana”, dove espresse il suo pensiero di tolleranza, viene ripercorsa la carriera dell’autore, dalle origini al servizio del cardinal Madruzzo, fino al trasferimento a Londra dove si distinse per le sue opere di ingegneria.
Scopo dell’Aconcio era lo sviluppo del dialogo all’interno del mondo cristiano: il suo pensiero politico, speculare a quello di Erasmo da Rotterdam, entrò nella storia per il suo carattere innovativo. 
Una serie a cura di Hermes Cavagnini, in collaborazione con Paola Giacomoni, Università di Trento e Comune di Ossana.

Informazioni

Fondazione Museo storico del Trentino
tel. +39 0461 230482
fax +39 0461 1860127
info@museostorico.it
Posta PEC:  info@pec.museostorico.it

torna a inizio pagina Aggiornato il: 16/11/2017 15:33