Sei qui: > Home > Chi siamo > Informazioni > Novità e avvisi > Premio "Francesco Gelmi di Caporiacco" 2015: il bando

Premio "Francesco Gelmi di Caporiacco" 2015: il bando

16/04/2015

PREMIO LETTERARIO "FRANCESCO GELMI DI CAPORIACCO" 2015
Settima edizione

DIALOGHI
LA NARRATIVA COME CASA COMUNE 

Il Premio letterario dedicato alla memoria di Francesco Gelmi di Caporiacco (1937-1996), editore e figura centrale del processo di rinnovamento e sviluppo della testata giornalistica l’Adige negli anni ottanta/novanta del secolo scorso, giunge nel 2015 alla sua VII° edizione. Come le precedenti anche quest’ultima è promossa e sostenuta dall’Associazione culturale “Francesco Gelmi di Caporiacco”, dai giornali l’Adige, Corriere del Trentino, Corriere dell’Alto Adige e dalla rivista di studi storici Archivio trentino dell’Associazione Museo storico in Trento. 

Finalità del Premio Letterario

Finalità fondativa del premio è la promozione della scrittura creativa come strumento di comunicazione efficace e necessaria anche all'ambito giornalistico che la recepisce quale supporto mirato ad una funzione informativa comunque fedele ai principi di rigorosa adesione ai fatti e di impegno civile. 

Tema della settima edizione

L’edizione 2015 ha come tema «Dialoghi: la narrativa come casa comune oltre la soglia dell’esilio». Al centro di questa nuova edizione del premio è il tema della globalizzazione e dell’inedito scenario disegnato da un pianeta sempre più connesso fra le sue parti grazie all’attivazione di una fitta rete di comunicazioni reali e virtuali, ma al tempo stesso altrettanto parcellizzato dalla lacerante affermazione di principi identitari ed economici variamente declinati e miscelati. All’artificiosa facilità di relazione si contrappone pertanto la pari incapacità di penetrare e comprendere le ragioni altrui. La scrittura – ovvero il peso delle parole – appare come uno dei pochi strumenti in grado potenzialmente di far dialogare le tante anime della nostra società globale contribuendo a costruire quei ponti che consentano di attraversare la terra dell’emarginazione tanto estesa quanto più profonde sono le trincee scavate dallo scontro fra culture, fedi religiose, credo politici, mentalità e abitudini per giungere infine a varcare la soglia dell’esilio.

Tracce di questa esperienza ricorrono in ogni forma letteraria, senza distinzione di genere o di tipologia: dal romanzo storico al noir, dal romanzo autobiografico alla saga familiare fino alla graphic novel e al fumetto, ossia a quel sapiente dosaggio di parole e immagini attraverso il quale l’artista si esprime compiutamente raggiungendo un pubblico assai eterogeneo per età e formazione. 

La partecipazione

Al Premio possono concorrere singoli autori e case editrici. Sono ammesse solo opere edite di autori viventi, anche in forma di autopubblicazione (self-publishing). La partecipazione è libera e non è richiesto il versamento di alcuna quota di iscrizione.

Sono ammessi al premio testi editi in italiano o tradotti in italiano per la prima volta fra il primo gennaio 2010 e il 31 dicembre 2014 ripartiti nelle seguenti sezioni:

1)    romanzi;

2)    racconti

3)    graphic novel o fumetto

La Giuria

La Giuria è nominata dal Presidente dell'Associazione Francesco Gelmi di Caporiacco e sarà composta da personalità di spicco del mondo della cultura. Il suo parere sarà insindacabile. I nominativi dei componenti la giuria saranno comunicati a mezzo stampa e sul sito dell'Adige così come i titoli e gli autori delle opere pervenute.

I Premi

Sono previsti premi per complessivi 12.000,00 (dodicimila) euro, così ripartiti: 

  • L’opera vincitrice sezione 1) romanzi sarà premiata con un riconoscimento in danaro di 3.000,00 (tremila) euro.
  • L’opera vincitrice sezione 2) racconti sarà premiata con un riconoscimento in danaro di 3.000,00 (tremila) euro.
  • L’opera vincitrice sezione 3) graphic novel o fumetto sarà premiata con un riconoscimento in danaro di 3.000,00 (tremila) euro.

La giuria inoltre avrà a disposizione un’ulteriore somma di 3.000 (tremila) euro da destinare, in completa autonomia e liberalità, a riconoscimento di:

1)   traduzioni di pregio; progetti editoriali innovativi; testi editi non vincitori o non iscritti al premio particolarmente significativi in rapporto al tema del bando;

2)   opere scritte originariamente in italiano da autori di altra madrelingua;

3)   autori che si siano particolarmente impegnati nella costruzione del dialogo in favore della convivenza fra i tre gruppi etnolinguistici (italiano, tedesco e ladino) in Trentino-Alto Adige.

Obblighi per i vincitori e i segnalati

Le opere premiate dovranno fregiarsi di una fascetta con la seguente dicitura: Opera vincitrice al Premio Letterario Francesco Gemi di Caporiacco, edizione 2015.

Termini e norme di partecipazione

È possibile partecipare a tutte e tre le sezioni del Premio. Gli autori e le case editrici interessati potranno aderire al Premio facendo pervenire i testi in sette copie entro le ore 17,00 del 30 ottobre 2015 a:

Premio Letterario Francesco Gelmi di Caporiacco
c/o giornale «l'Adige»
via Missioni Africane, 17
38121 Trento

Nel caso di spedizione postale o tramite corriere, farà fede la data del timbro di spedizione.
Tutti i partecipanti sono tenuti a compilare la scheda di partecipazione e a inviarla unitamente alle copie indicando chiaramente le proprie generalità e la sezione alla quale s’intende concorrere.

Per eventuali informazioni e precisazioni rivolgersi via e-mail a:
premiogelmi@ladige.it

I risultati del Premio saranno resi noti entro l’1 luglio 2016, comunicati individualmente ai vincitori e pubblicati sul sito del giornale l'Adige www.ladige.it

La consegna dei premi avverrà nel corso della Cerimonia di premiazione pubblica che avrà luogo entro la fine del 2016

I testi consegnati non saranno restituiti, ma conservati in uno specifico fondo dell'Associazione.

La segreteria organizzativa declina ogni responsabilità in caso di smarrimento, furto e altro dei testi predisposti per l'invio.

La partecipazione al Premio implica di fatto l'accettazione di tutte le norme indicate nel presente bando.

Tutela dei dati personali. Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali", la segreteria organizzativa dichiara, ai sensi dell'art. 13, "Informativa resa al momento della raccolta dei dati", che il trattamento dei dati dei partecipanti al Premio è finalizzato unicamente alla gestione del Premio e all'invio agli interessati degli eventuali bandi degli anni successivi; dichiara inoltre, che con l'invio dei materiali letterari partecipanti al Premio l'interessato acconsente al trattamento dei dati personali; dichiara inoltre, ai sensi dell'art. 7 "Diritto di accesso", che l'autore può richiedere la cancellazione, la rettifica o l'aggiornamento dei propri dati rivolgendosi al Responsabile dati della Segreteria del Premio nella persona del signor Danilo Curti, c/o giornale l'Adige, via Missioni Africane 17, 38121 Trento.

 

 

Informazioni

Fondazione Museo storico del Trentino
tel. +39 0461 230482
fax +39 0461 1860127
info@museostorico.it
Posta PEC:  info@pec.museostorico.it

Documenti correlati

torna a inizio pagina Aggiornato il: 16/04/2015 11:24